Io prego Weblog

Preghiera Intercessione Cristiana da un Nato di Nuovo

PREGHIERA INDIVIDUALE MIRATA

PREGHIERA INDIVIDUALE MIRATA    

Ieri nello studio biblico nella mia comunità di Castrocaro Terme abbiamo riflettuto su:


1Tessalonicesi 1:2-5

2 Noi ringraziamo sempre Dio per voi tutti, nominandovi nelle nostre preghiere, 3 ricordandoci continuamente, davanti al nostro Dio e Padre, dell’opera della vostra fede, delle fatiche del vostro amore e della costanza della vostra speranza nel nostro Signore Gesù Cristo. 4 Conosciamo, fratelli amati da Dio, la vostra elezione. 5 Infatti il nostro vangelo non vi è stato annunciato soltanto con parole, ma anche con potenza, con lo Spirito Santo e con piena convinzione; infatti sapete come ci siamo comportati fra voi, per il vostro bene.


e abbiamo visto che si richiedeva preghiera per ogni singolo fratello e sorella di cui si conosceva  l’operare per il corpo di Cristo oltre che la fede praticata e testimoniata con amore e costanza.Quindi riflettiamoci quanto conosciamo i nostri fratelli e sorelle delle nostre comunità ? Quanto sappiamo dei loro problemi,sofferenze e difficoltà pratiche per cui pregare e dare un aiuto materiale? Quanto sappiamo del loro cammino spirituale e della loro fede per cui intercedere e dare se possibile incoraggiamento e supporto pastorale? Molte volte facciamo preghiere generali per anche giuste motivazioni condivisibili ma quante volte abbiamo visto il fratello e la sorella con visi tristi o umore scostante e abbiamo avuto paura di chiedergli se aveva bisogno di qualcosa per aiutarlo e supportarlo in preghiera ? Quante volte diciamo come stai solo proforma senza un reale coinvolgimento? Quante volte se abbiamo problemi li nascondiamo ai responsabili di chiesa più per orgoglio che per privacy ?Conosciamo ciò per cui preghiamo e lo facciamo con la giusta fede e predisposizione di animo?La parola sulla chiesa ci dice una cosa che dovrebbe farci riflettere sul nostro atteggiamento verso chi condivide la nostra stessa fede:

1Corinzi 12:12-27

12 Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo. 13 Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo, Giudei e Greci, schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un solo Spirito.
14 Infatti il corpo non si compone di un membro solo, ma di molte membra. 15 Se il piede dicesse: «Siccome io non sono mano, non sono del corpo», non per questo non sarebbe del corpo. 16 Se l’orecchio dicesse: «Siccome io non sono occhio, non sono del corpo», non per questo non sarebbe del corpo. 17 Se tutto il corpo fosse occhio, dove sarebbe l’udito? Se tutto fosse udito, dove sarebbe l’odorato? 18 Ma ora Dio ha collocato ciascun membro nel corpo, come ha voluto. 19 Se tutte le membra fossero un unico membro, dove sarebbe il corpo? 20 Ci sono dunque molte membra, ma c’è un unico corpo; 21 l’occhio non può dire alla mano: «Non ho bisogno di te»; né il capo può dire ai piedi: «Non ho bisogno di voi». 22 Al contrario, le membra del corpo che sembrano essere più deboli, sono invece necessarie; 23 e quelle parti del corpo che stimiamo essere le meno onorevoli, le circondiamo di maggior onore; le nostre parti indecorose sono trattate con maggior decoro, 24 mentre le parti nostre decorose non ne hanno bisogno; ma Dio ha formato il corpo in modo da dare maggior onore alla parte che ne mancava, 25 perché non ci fosse divisione nel corpo, ma le membra avessero la medesima cura le une per le altre. 26 Se un membro soffre, tutte le membra soffrono con lui; se un membro è onorato, tutte le membra ne gioiscono con lui.27 Ora voi siete il corpo di Cristo e membra di esso, ciascuno per parte sua.

1Giovanni 1:7

Ma se camminiamo nella luce, com’egli è nella luce, abbiamo comunione l’uno con l’altro, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.

1Giovanni 3:11-18

11 Poiché questo è il messaggio che avete udito fin da principio: che ci amiamo gli uni gli altri. 12 Non come Caino, che era dal maligno, e uccise il proprio fratello. Perché l’uccise? Perché le sue opere erano malvagie e quelle di suo fratello erano giuste. 13 Non vi meravigliate, fratelli, se il mondo vi odia. 14 Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perché amiamo i fratelli. Chi non ama rimane nella morte. 15 Chiunque odia suo fratello è omicida; e voi sapete che nessun omicida possiede in se stesso la vita eterna.
16 Da questo abbiamo conosciuto l’amore: egli ha dato la sua vita per noi; anche noi dobbiamo dare la nostra vita per i fratelli. 17 Ma se qualcuno possiede dei beni di questo mondo e vede suo fratello nel bisogno e non ha pietà di lui, come potrebbe l’amore di Dio essere in lui?
18 Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e in verità.

A proposito allora cosa dobbiamo fare ? se alle domande che ho fatto abbiamo molte volte risposto in modo negativo e preghiamo troppe volte in modo informale e ipocrita senza andare ad affrontare problemi reali e concreti di chi ci è vicino. La risposta è ubbidire a ciò che ci dice Giacomo:

Giacomo 5:13-20

13 C’è tra di voi qualcuno che soffre? Preghi. C’è qualcuno d’animo lieto? Canti degli inni. 14 C’è qualcuno che è malato? Chiami gli anziani della chiesa ed essi preghino per lui, ungendolo d’olio nel nome del Signore: 15 la preghiera della fede salverà il malato e il Signore lo ristabilirà; se egli ha commesso dei peccati, gli saranno perdonati.
16 Confessate dunque i vostri peccati gli uni agli altri, pregate gli uni per gli altri affinché siate guariti; la preghiera del giusto ha una grande efficacia. 17 Elia era un uomo sottoposto alle nostre stesse passioni, e pregò intensamente che non piovesse e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 18 Pregò di nuovo, e il cielo diede la pioggia, e la terra produsse il suo frutto.
19 Fratelli miei, se qualcuno tra di voi si svia dalla verità e uno lo riconduce indietro, 20 costui sappia che chi avrà riportato indietro un peccatore dall’errore della sua via salverà l’anima del peccatore dalla morte e coprirà una gran quantità di peccati.

Spero che questo brano non faccia riflettere solo me su cosa e come  sbaglio nel pregare e intercedere presso il Padre, affinchè ciascuno di noi possa vedere e apprezzare al meglio le risposte del nostro Signore e goderne i frutti ;cosa che non accadrà se preghiamo per temi teorici,ideali,generali che non viviamo o conosciamo. Grazie all’ Eterno per il potente strumento che ci offre, quindi utilizziamolo al meglio secondo la sua volontà;fraterni saluti in Cristo da  Barnabè Roberto

Annunci

febbraio 19, 2010 - Posted by | PREGHIERA, Studi sulla Preghiera

2 commenti »

  1. quando prego non riesco a dire le parole. e vorrei che qulcuno mi insegnasse a pregare. grazie

    Commento di luigi | marzo 27, 2010 | Rispondi

  2. Quando preghi devi pensare che per avere ascolto devi farlo con fede e avere un rapporto personale con il nostro Signore Cristo Gesù l’unico mediatore con il Padre;cosicchè devi dialogare con lui non recitare qualcosa imparato a memoria (il Padre Nostro è un modello che dovresti studiare per capire come farlo non un qualcosa da imparare a memoria senza capirne la totalità della sua ricchezza parola per parola)quindi la tua lode ed intercessione deve venire dal cuore guidato dallo Spirito Santo e così ti verranno le giuste parole .Spero di averti dato dei consigli utili;fraterni saluti
    da Roberto

    Commento di ioprego | aprile 13, 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: